top of page

dom 04 ago

|

Porte Contarine

4 Agosto: navigazione da Porte Contarine a Bassanello per conoscere il sistema di salvaguardia idraulica

POSTI DISPONIBILI ! Interessante navigazione lungo i Canali di Padova in collaborazione con il Comitato Mura e spiegazione lungo il percorso delle opere idrauliche della città a difesa dalle alluvioni Imbarco a Porte Contarine nel cuore di Padova!

Tickets Unavailable
See other events
4 Agosto: navigazione da Porte Contarine a Bassanello per conoscere il sistema di salvaguardia idraulica
4 Agosto: navigazione da Porte Contarine a Bassanello per conoscere il sistema di salvaguardia idraulica

Orario & Sede

04 ago 2024, 16:00 – 17:45

Porte Contarine, Via Giotto, 35137 Padova PD, Italia

Programma completo dell'evento

IL SISTEMA DI SALVAGUARDIA IDRAULICA DELLA CITTA’ DI PADOVA

La navigazione ha inizio alle ore 16,00 a Porte Contarine (via Giotto, angolo via Matteotti) e termina alle ore 17,45 a Bassanello

La convocazione dei partecipanti è 10 minuti prima della partenza. CAPITANO CELL 348 5217323; rientro libero in tram

€ 22,00 per persona

€ 12,00 bambini da 6 a 12 anni - € 5,00 bambini da 0 a 5 anni

la quota comprende: 

* tour in battello  di Artemartours Navigazione 

* illustrazione del percorso in collaborazione con il comitato mura

Imbarco sul battello alla monumentale Conca delle Porte Contarine, del 1526, il monumento idraulico più insigne di Padova.

Navigazione lungo un percorso fluviale suggestivo, tra i canali interni della città, costeggiando le antiche mura rinascimentali veneziane che con le loro Porte e Bastioni, rappresentano una delle più lunghe cortine murarie d’Italia.

I partecipanti, a bordo di un tradizionale burcio, potranno  cogliere particolari della città non visibili dalla strada. 

Lungo il Piovego, canale scavato nel 1230, percorreremo antiche rotte fluviali che per secoli hanno rappresentato la principale via di trasporto di merci e di persone. Costeggeremo le mura cinquecentesche, la cittadella universitaria fino ad incontrare il Portello, il più importante porto fluviale di Padova durante la dominazione Veneziana e punto di attracco per tutti i battelli che collegavano la città alla laguna di Venezia. Porta Portello risalta con il monumentale portale in pietra d’Istria e la sua bella scalinata cinquecentesca (dipinta su tela anche dal Canaletto)

Sempre costeggiando mura e antichi bastioni si arriva allo storico Ponte dei Graissi, l’unico rimasto in muratura lungo questo percorso fluviale. 

Scopriremo inoltre il sistema di salvaguardia idraulica della città di Padova che,  posta tra il fiume Brenta a nord e il fiume Bacchiglione a sud, è sempre stata soggetta alle piene.  Lo sviluppo urbanistico che ha investito il territorio in maniera massiccia negli ultimi decenni, ha richiesto e richiede di scaricare in mare portate d'acqua sempre maggiori. Sono stati creati una serie di manufatti idraulici la cui gestione permette di ridurre la pericolosità idraulica che affligge il territorio. La storia e i ricordi delle terribili alluvioni subite dalle popolazioni del Veneto centrale hanno coniato il termine “Brentana” per indicare un'alluvione.

Tra le opere idrauliche osserveremo lungo il Canale del Piovego il “Controsostegno di San Gregorio” che in caso di piena si chiude automaticamente impedendo alle acque di entrare nel centro storico di Padova. Oltre a due porte battenti è dotato altresì di una ghigliottina che scende a protezione delle porte stesse.

Navigando verso sud incontriamo la botte del canale Roncaiette passante sotto il canale san Gregorio che scolma le acque interne derivanti dai sistemi idrici interni alla città. Si giunge poi alla Conca di Voltabarozzo dove il dislivello acqueo non è mai inferiore ai 3 metri obbligando il flusso idrico ad un controllo in direzione Noventa Padovana ed a una scolmatura in direzione di Ponte San Nicolò.

Recentemente, a monte del ponte di Voltabarozzo, in sinistra idraulica,  sono state realizzate delle idrovore che asportano i fluidi dalla zona interna del quartiere Forcellini direttamente nello scaricatore. Si giunge, infine, al “Sostegno del Ponte stradale Cavai” sito in località Bassanello e più precisamente sotto il ponte di via Goito. Questo, dotato di saracinesca, nel momento in cui il Bacchiglione tende alla brentana, si chiude isolando completamente la città impedendone l’ingresso in direzione dell’osservatorio della Specola.

In caso di piene, il manufatto del Sostegno del Ponte Cavai e il Controsostegno di S. Gregorio vengono chiusi così non entra acqua nel centro storico; la piena irruente delle acque scorre attorno alla città e tramite il Canale San Gregorio si versa nel tratto finale del Piovego e da lì poi nel Brenta, confluendo verso il mare.

Arrivo a Bassanello e sbarco presso il Ponte Scaricatore

Ritorno libero al punto di partenza con il tram.

Obbligatoria la prenotazione anticipata on-line sul sito www.artemartours.it

E' necessario presentarsi a bordo con la prenotazione cartacea; 

L'escursione è garantita anche in caso dI pioggia perchè il battello è coperto, dotato di toilette e piccolo angolo bar. 

 

www.artemartours.it

info ufficio 049 616120 lun/ven 10,30/16,00

Capitano cell 348.5217323 

Per restare aggiornato sui nostri eventi iscriviti alla newsletter oppure collegati alla nostra pagina Facebook Artemartours  e clicca Mi piace !

Noleggio battelli per eventi privati su richiesta

Condividi questo evento

bottom of page