top of page

dom 01 set

|

Bassanello, Ponte Scaricatore

1 Settembre: navigazione da Bassanello a Porte Contarine per conoscere il sistema di salvaguardia idraulica di Padova

POSTI DISPONIBILI ! Interessante navigazione lungo i Canali di Padova e spiegazione lungo il percorso delle opere idrauliche della città a difesa dalle alluvioni, in collaborazione con il Comitato Mura. Imbarco a Porte Contarine nel cuore di Padova!

La registrazione è stata chiusa
Scopri gli altri eventi
1 Settembre: navigazione da Bassanello a Porte Contarine per conoscere il sistema di salvaguardia idraulica di Padova
1 Settembre: navigazione da Bassanello a Porte Contarine per conoscere il sistema di salvaguardia idraulica di Padova

Orario & Sede

01 set 2024, 18:00 – 19:45

Bassanello, Ponte Scaricatore , 35124 Padova PD, Italia

Programma completo dell'evento

IL SISTEMA DI SALVAGUARDIA IDRAULICA DELLA CITTA’ DI PADOVA

La navigazione ha inizio alle ore 18,00 da Bassanello imbarco sotto il ponte Scaricatore  (via Adriatica 1 Padova) e termina alle ore 19,45 a Porte Contarine (via Giotto, angolo via Matteotti) 

Possibilità di parcheggio al Park Bassanello

La convocazione dei partecipanti è 10 minuti prima della partenza. 

CAPITANO CELL 348 5217323;

rientro libero in tram

€  22,00 per persona

€ 12,00 bambini da 6 a 12 anni - € 5,00 bambini da 0 a 5 anni

la quota comprende:

* tour in battello  di Artemartours Navigazione

* illustrazione del percorso

La navigazione inizia dal Bassanello, importante snodo fluviale a sud della città, nel punto in cui le acque del Bacchiglione confluiscono nel Canale Scaricatore, il più giovane dei canali padovani, realizzato nell’Ottocento e ampliato nel Novecento, per porre fine alle disastrose inondazioni della città.

A Bassanello osserveremo il “Sostegno del Ponte stradale Cavai”  più precisamente sotto il ponte di via Goito. Questo, dotato di saracinesca, nel momento in cui il Bacchiglione tende alla brentana, si chiude isolando completamente la città impedendone l’ingresso in direzione dell’osservatorio della Specola.

In caso di piene, il manufatto del Sostegno del Ponte Cavai e il Controsostegno di S. Gregorio vengono chiusi così non entra acqua nel centro storico; la piena irruente delle acque scorre attorno alla città e tramite il Canale San Gregorio si versa nel tratto finale del Piovego e da lì poi nel Brenta, confluendo verso il mare.

Si lasciano alle spalle l’imbocco del Canale Battaglia e il Ponte dei Cavai e si percorre il Canale Scaricatore fino alla Conca di Navigazione di Voltabarozzo, importante manufatto idraulico del primo Novecento che consente di superare un dislivello di 3,50 metri. 

Recentemente, a monte del ponte di Voltabarozzo, in sinistra idraulica,  sono state realizzate delle idrovore che asportano i fluidi dalla zona interna del quartiere Forcellini direttamente nello scaricatore.

Superata da chiusa, si naviga lungo in Canale San Gregorio fino al punto di confluenza nel Piovego 

Scopriremo  il sistema di salvaguardia idraulica della città di Padova che,  posta tra il fiume Brenta a nord e il fiume Bacchiglione a sud, è sempre stata soggetta alle piene.  Lo sviluppo urbanistico che ha investito il territorio in maniera massiccia negli ultimi decenni, ha richiesto e richiede di scaricare in mare portate d'acqua sempre maggiori. Sono stati creati una serie di manufatti idraulici la cui gestione permette di ridurre la pericolosità idraulica che affligge il territorio. La storia e i ricordi delle terribili alluvioni subite dalle popolazioni del Veneto centrale hanno coniato il termine “Brentana” per indicare un'alluvione.

e si entra in città oltrepassando il  “Controsostegno di San Gregorio” opera idraulica che in caso di piena si chiude automaticamente impedendo alle acque di entrare nel centro storico di Padova. Oltre a due porte battenti è dotato altresì di una ghigliottina che scende a protezione delle porte stesse.

Si risale lungo il “Canale del Piovego” e dopo essere passati sotto il medievale “Ponte dei Graissi” navighiamo lungo un percorso fluviale suggestivo tra i canali interni della città ammirando da una prospettiva privilegiata le antiche mura rinascimentali veneziane. Superata la scalinata cinquecentesca di “Porta Portello”, antico porto fluviale di Padova, con il magnifico portale in pietra d’Istria, costeggiamo i giardini dell’Arena Romana. 

Si prosegue infine verso le Porte Contarine, dove è previsto l’approdo. Le Porte Contarine costituiscono il manufatto idraulico più insigne della città e sorgono nel punto dove un tempo il Naviglio Interno si immetteva nel Tronco Maestro del Bacchiglione, punto di passaggio obbligato per le imbarcazioni che lasciavano la città per dirigersi verso Venezia. 

Sbarco alla Conca di Porte Contarine (via Giotto) nel cuore di Padova a due passi dalla Cappella degli Scrovegni.

Per chi è interessato, il rientro al Bassanello può essere effettuato con il comodo e frequente servizio tram che riporta al punto di partenza.

E' necessario presentarsi a bordo con la prenotazione cartacea

L’escursione è garantita anche in caso di pioggia, poiché l’imbarcazione è coperta. 

www.artemartours.it

info 049 616120 dalle 10,30 alle 16,00 dal lunedì al venerdì

Capitano: cell 348.5217323 

Biglietti

  • bambino da 0 a 5 anni

    ogni bambino 0/5 anni gratis deve essere accompagnato da 2 adulti

    5,00 €
    Vendita terminata

Totale

0,00 €

Condividi questo evento

bottom of page